Giobbe

Capitolo 14

1L'uomo, nato da donna, ha vita breve e piena d'inquietudine; 2come un fiore spunta e avvizzisce, fugge come l'ombra e mai si ferma. 3Tu, sopra di lui tieni aperti i tuoi occhi, e lo chiami a giudizio dinanzi a te? 4Chi può trarre il puro dall'immondo? Nessuno. 5Se i suoi giorni sono contati, il numero dei suoi mesi dipende da te, hai fissato un termine che non può oltrepassare. 6Distogli lo sguardo da lui perché trovi pace e compia, come un salariato, la sua giornata! 7È vero, per l'albero c'è speranza: se viene tagliato, ancora si rinnova, e i suoi germogli non cessano di crescere; 8se sotto terra invecchia la sua radice e al suolo muore il suo tronco, 9al sentire l'acqua rifiorisce e mette rami come giovane pianta. 10Invece l'uomo, se muore, giace inerte; quando il mortale spira, dov'è mai? 11Potranno sparire le acque dal mare e i fiumi prosciugarsi e disseccarsi, 12ma l'uomo che giace non si alzerà più, finché durano i cieli non si sveglierà né più si desterà dal suo sonno. 13Oh, se tu volessi nascondermi nel regno dei morti, occultarmi, finché sia passata la tua ira, fissarmi un termine e poi ricordarti di me! 14L'uomo che muore può forse rivivere? Aspetterei tutti i giorni del mio duro servizio, finché arrivi per me l'ora del cambio! 15Mi chiameresti e io risponderei, l'opera delle tue mani tu brameresti. 16Mentre ora tu conti i miei passi, non spieresti più il mio peccato: 17in un sacchetto, chiuso, sarebbe il mio delitto e tu ricopriresti la mia colpa. 18E invece, come un monte che cade si sfalda e come una rupe si stacca dal suo posto, 19e le acque consumano le pietre, le alluvioni portano via il terreno: così tu annienti la speranza dell'uomo. 20Tu lo abbatti per sempre ed egli se ne va, tu sfiguri il suo volto e lo scacci. 21Siano pure onorati i suoi figli, non lo sa; siano disprezzati, lo ignora! 22Solo la sua carne su di lui è dolorante, e la sua anima su di lui fa lamento".

Su questo capitolo abbiamo trovato
0 commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list, riceverai gli ultimi commenti dei nostri autori direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Iscriviti

Verifica

Verifica di aver digitato correttamente il tuo indirizzo email, leggi e accetta la privacy policy, e premi sul pulsante "Invia" per completare l'iscrizione.

Invia

Annulla

Grazie!

La tua iscrizione è stata registrata correttamente.