Salmi

Capitolo 68

1Al maestro del coro. Di Davide. Salmo. Canto. 2Sorga Dio e siano dispersi i suoi nemici e fuggano davanti a lui quelli che lo odiano. 3Come si dissolve il fumo, tu li dissolvi; come si scioglie la cera di fronte al fuoco, periscono i malvagi davanti a Dio. 4I giusti invece si rallegrano, esultano davanti a Dio e cantano di gioia. 5Cantate a Dio, inneggiate al suo nome, appianate la strada a colui che cavalca le nubi: Signore è il suo nome, esultate davanti a lui. 6Padre degli orfani e difensore delle vedove è Dio nella sua santa dimora. 7A chi è solo, Dio fa abitare una casa, fa uscire con gioia i prigionieri. Solo i ribelli dimorano in arida terra. 8O Dio, quando uscivi davanti al tuo popolo, quando camminavi per il deserto, 9tremò la terra, i cieli stillarono davanti a Dio, quello del Sinai, davanti a Dio, il Dio d'Israele. 10Pioggia abbondante hai riversato, o Dio, la tua esausta eredità tu hai consolidato 11e in essa ha abitato il tuo popolo, in quella che, nella tua bontà, hai reso sicura per il povero, o Dio. 12Il Signore annuncia una notizia, grande schiera sono le messaggere di vittoria: 13"Fuggono, fuggono i re degli eserciti! Nel campo, presso la casa, ci si divide la preda. 14Non restate a dormire nei recinti! Splendono d'argento le ali della colomba, di riflessi d'oro le sue piume". 15Quando l'Onnipotente là disperdeva i re, allora nevicava sul Salmon. 16Montagna eccelsa è il monte di Basan, montagna dalle alte cime è il monte di Basan. 17Perché invidiate, montagne dalle alte cime, la montagna che Dio ha desiderato per sua dimora? Il Signore l'abiterà per sempre. 18I carri di Dio sono miriadi, migliaia gli arcieri: il Signore è tra loro, sul Sinai, in santità. 19Sei salito in alto e hai fatto prigionieri - dagli uomini hai ricevuto tributi e anche dai ribelli -, perché là tu dimori, Signore Dio! 20Di giorno in giorno benedetto il Signore: a noi Dio porta la salvezza. 21Il nostro Dio è un Dio che salva; al Signore Dio appartengono le porte della morte. 22Sì, Dio schiaccerà il capo dei suoi nemici, la testa dai lunghi capelli di chi percorre la via del delitto. 23Ha detto il Signore: "Da Basan li farò tornare, li farò tornare dagli abissi del mare, 24perché il tuo piede si bagni nel sangue e la lingua dei tuoi cani riceva la sua parte tra i nemici". 25Appare il tuo corteo, Dio, il corteo del mio Dio, del mio re, nel santuario. 26Precedono i cantori, seguono i suonatori di cetra, insieme a fanciulle che suonano tamburelli. 27"Benedite Dio nelle vostre assemblee, benedite il Signore, voi della comunità d'Israele". 28Ecco Beniamino, un piccolo che guida i capi di Giuda, la loro schiera, i capi di Zàbulon, i capi di Nèftali. 29Mostra, o Dio, la tua forza, conferma, o Dio, quanto hai fatto per noi! 30Per il tuo tempio, in Gerusalemme, i re ti porteranno doni. 31Minaccia la bestia del canneto, quel branco di bufali, quell'esercito di tori, che si prostrano a idoli d'argento; disperdi i popoli che amano la guerra! 32Verranno i grandi dall'Egitto, l'Etiopia tenderà le mani a Dio. 33Regni della terra, cantate a Dio, cantate inni al Signore, 34a colui che cavalca nei cieli, nei cieli eterni. Ecco, fa sentire la sua voce, una voce potente! 35Riconoscete a Dio la sua potenza, la sua maestà sopra Israele, la sua potenza sopra le nubi. 36Terribile tu sei, o Dio, nel tuo santuario. È lui, il Dio d'Israele, che dà forza e vigore al suo popolo. Sia benedetto Dio!

Su questo capitolo abbiamo trovato
0 commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list, riceverai gli ultimi commenti dei nostri autori direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Iscriviti

Verifica

Verifica di aver digitato correttamente il tuo indirizzo email, leggi e accetta la privacy policy, e premi sul pulsante "Invia" per completare l'iscrizione.

Invia

Annulla

Grazie!

La tua iscrizione è stata registrata correttamente.