Salmi

Capitolo 81

1Al maestro del coro. Su "I torchi". Di Asaf. 2Esultate in Dio, nostra forza, acclamate il Dio di Giacobbe! 3Intonate il canto e suonate il tamburello, la cetra melodiosa con l'arpa. 4Suonate il corno nel novilunio, nel plenilunio, nostro giorno di festa. 5Questo è un decreto per Israele, un giudizio del Dio di Giacobbe, 6una testimonianza data a Giuseppe, quando usciva dal paese d'Egitto. Un linguaggio mai inteso io sento: 7"Ho liberato dal peso la sua spalla, le sue mani hanno deposto la cesta. 8Hai gridato a me nell'angoscia e io ti ho liberato; nascosto nei tuoni ti ho dato risposta, ti ho messo alla prova alle acque di Merìba. 9Ascolta, popolo mio: contro di te voglio testimoniare. Israele, se tu mi ascoltassi! 10Non ci sia in mezzo a te un dio estraneo e non prostrarti a un dio straniero. 11Sono io il Signore, tuo Dio, che ti ha fatto salire dal paese d'Egitto: apri la tua bocca, la voglio riempire. 12Ma il mio popolo non ha ascoltato la mia voce, Israele non mi ha obbedito: 13l'ho abbandonato alla durezza del suo cuore. Seguano pure i loro progetti! 14Se il mio popolo mi ascoltasse! Se Israele camminasse per le mie vie! 15Subito piegherei i suoi nemici e contro i suoi avversari volgerei la mia mano; 16quelli che odiano il Signore gli sarebbero sottomessi e la loro sorte sarebbe segnata per sempre. 17Lo nutrirei con fiore di frumento, lo sazierei con miele dalla roccia".

Su questo capitolo abbiamo trovato
0 commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list, riceverai gli ultimi commenti dei nostri autori direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Iscriviti

Verifica

Verifica di aver digitato correttamente il tuo indirizzo email, leggi e accetta la privacy policy, e premi sul pulsante "Invia" per completare l'iscrizione.

Invia

Annulla

Grazie!

La tua iscrizione è stata registrata correttamente.