Salmi

Capitolo 12

1Al maestro del coro. Sull'ottava. Salmo. Di Davide. 2Salvami, Signore! Non c'è più un uomo giusto; sono scomparsi i fedeli tra i figli dell'uomo. 3Si dicono menzogne l'uno all'altro, labbra adulatrici parlano con cuore doppio. 4Recida il Signore le labbra adulatrici, la lingua che vanta imprese grandiose, 5quanti dicono: "Con la nostra lingua siamo forti, le nostre labbra sono con noi: chi sarà il nostro padrone?". 6"Per l'oppressione dei miseri e il gemito dei poveri, ecco, mi alzerò - dice il Signore -; metterò in salvo chi è disprezzato". 7Le parole del Signore sono parole pure, argento separato dalle scorie nel crogiuolo, raffinato sette volte. 8Tu, o Signore, le manterrai, ci proteggerai da questa gente, per sempre, 9anche se attorno si aggirano i malvagi e cresce la corruzione in mezzo agli uomini.

Su questo capitolo abbiamo trovato
0 commenti

Resta sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list, riceverai gli ultimi commenti dei nostri autori direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Iscriviti

Verifica

Verifica di aver digitato correttamente il tuo indirizzo email, leggi e accetta la privacy policy, e premi sul pulsante "Invia" per completare l'iscrizione.

Invia

Annulla

Grazie!

La tua iscrizione è stata registrata correttamente.